Skip navigation.
Home
Hic sunt Lupi!

La storia dei Lupi

Per spiegarvi chi siamo, vi raccontiamo qualcosa sui nostri inizi e sulla storia del nostro club:

Già a Capodanno 1999, a un mese dalla nascita ufficiale del club, una parte del branco migra in Spagna nel deserto del Monegros.

Il 21 febbraio 1999, a Cairo Montenotte, la prima uscita ufficiale: 16 equipaggi partecipano al 1° raduno nazionale "Città di Cairo Montenotte".

       

In questa occasione viene conquistata la targa di gruppo più numeroso.                                                                                                                 

Domenica 7 marzo 1999 si svolge il primo pranzo sociale dell'A.S., presso l'azienda agrituristica Cascina Casareggio di Fortunago (PV). In una splendida quanto inaspettata giornata di sole primaverile che permette a tutti gli intervenuti di godere appieno della magica cornice delle colline dell'Oltrepò Pavese e di provare gli sterrati disponibili negli oltre 70 ettari di terreno che circondano la Cascina, si festeggia l’iscrizione del cinquantesimo socio.

         

 Dal 2 al 4 Aprile i Lupi viaggiano in lungo ed in largo per Corsica, percorrendo svariate centinaia di chilometri immersi in uno scenario incantevole.      

Il 29 e 30 maggio sono nel Vallone dell’Arma in compagnia degli amici del "Club Pantani" di Asti per seguire una tappa del Giro d’Italia. E’ questa una gita dedicata alle due ruote in cui, tuttavia, le quattro (motrici!) non vengono affatto trascurate.

Il 17 ed il 18 luglio i Lupi conquistano la Valle Argentera percorrendo la strada più alta d’Europa e bivaccando in quota.

 Il 25, tutti a Sant’Agata Fossili per una gara di trial in cui il team riporta notevoli risultati. Sempre in luglio si svolge, presso la suggestiva località dei Piani di San Lorenzo in Val Borbera, un incontro tra i responsabili del team e gli appartenenti all'Aias, l'associazione alessandrina chesi occupa dei problemi dei disabili. In questa occasione quindici equipaggi hanno divertito i ragazzi dell’Aias con giochi e giri in fuoristrada.

Tra l'altro, durante questo appuntamento, nella valle è rimbalzata la notizia che un gruppo di boys scout milanesi si era perso sul monte Giarolo: i "Lupi della Val Borbera" hanno dato la propria collaborazione alle autorità competenti al ritrovamento.

Ad agosto scalano i 3000 metri del ghiacciaio del Sommelier, vanno ad esaminare le novità del del 4x4 salone internazionale del fuoristrada in Val d’Isere e poi fanno una puntatina sul monte Jafferau. E’ giunta anche notizia di un piccolo branco di Lupi avvistato nella verde Irlanda.

Il primo fine settimana di settembre partecipano alla "Avventura sulle Alpi", organizzata dal club 4x4 di Cuneo. Questo viaggio li porta ad attraversare il famoso tunnel del Parpaillon, il passaggio coperto più alto d’Europa (è situato a 2700 m s.l.m.). Sul portale di questa galleria il Presidente affigge, a futura memoria, il simbolo sociale.

Sempre a settembre, si svolge il Master 4x4 by F.I.F. in cui i Lupi ottengono il primato regionale grazie all’impegno di Aldo e Paolo Borasi, Giancarlo Carosio, Valerio Franzoia, Vania Gilardenghi, Davide Testa e Cristiano Verdona.

Questo è il resoconto di quanto è successo nel primo anno, il 1999; negli anni successivi si sono susseguite numerosissime attività e iniziative ma l’elenco diventerebbe forse troppo lungo; tra gli eventi degli anni successivi meritano comunque qualche cenno gli ottimi risultati ottenuti nelle partecipazioni annuali al MASTER 4x4 F.I.F. e le edizioni del "Fuoristrada e Vino: Trial a Castelletto d'Orba." Memorabile la partecipazione di Overland nell'edizione 2002

  

Merita di essere ricordato anche il "Raduno Nazionale Guida coi Lupi" che, nato nel 2000, continua ad essere annualmente organizzato dai Lupi: la seconda edizione del raduno è rimasta nella memoria di molti per l'elevatissimo numero di partecipanti; le edizioni più recenti si svolgono tuttavia a numero chiuso (max. 30 partecipanti) per privilegiare la qualità e per evitare possibili danni alle strade.

Bisognerebbe citare molte altre avventure ma forse, invece di raccontarle, è meglio invitarvi a viverle con noi ! .... Alla Prossima !!